fbpx

Brennero, la via dell’alta valle in moto

28/11/2022
Lisa Cavalli
Pubblicato in: ,

Lunghezza: 247 km
Tempo previsto senza soste: 5 ore
Partenza: Brennero (BZ)
Arrivo: Vipiteno (BZ)

Una strada antica si snoda poco distante dalla famosa autostrada del Brennero: è la via dell’alta valle Isarco. Il nostro itinerario parte dal Passo del Brennero e toccherà territori immersi nel verde, piccoli paesini tradizionali, vallate e passi mozzafiato. 
Fai massima attenzione ai limiti di velocità.

DA PASSO DEL BRENNERO AL PASSO DELLA MENDOLA

Iniziamo il nostro itinerario dal Passo del Brennero e, dopo Terme del Brennero, arriviamo a Colle Isarco/Gossensass e proseguiamo fino alla bellissima città di Vipiteno/Sterzing. Merita un sosta l’affascinante centro storico che ricorda la dominazione asburgica. Ci rimettiamo in sella per vedere la Val Racines/Ratschingstal e le cascate di Stanga/Stange, che il torrente Racines forma in una stretta gola di roccia. Poco lontano si trova anche la miniera di Monteneve, che fino al 1979 fu sfruttata per i giacimenti di zinco e piombo.

Torniamo verso Vipiteno in direzione Passo di Pennes/Penser Joch. Il tratto tortuoso ricco di curve è molto divertente e si può godere anche di una stupenda vista sulle Alpi Breonie. Da qui scendiamo fino ad arrivare in Val Sarentina/Sarntal. Possiamo decidere di fare una piccola deviazione verso Valdurna/Durnholz e San Martino/Reinswald, piccoli paesi ricchi di tradizione. 

Imboccando nuovamente la strada arriviamo a Sarentino/Sarnthein, un luogo dallo stile altoatesino e dai vicoli caratteristici, dove si può assaporare un ottimo speck. Giungiamo poi nella zona del Renon/Ritten attraverso una strada tortuosa. La Valle del Renon è molto conosciuta per la località di Collalbo/Klobenstein e le Piramidi di terra rossa (raggiungibili con una passeggiata di 10 minuti).

Risaliamo in sella alla moto e percorriamo la strada fino a Bolzano/Bozen per poi inoltrarci in un territorio ricco di vigneti, attraversiamo Auna di Sotto/Unterinn: siamo nella Strada del Vino. Si può fare un’altra piccola deviazione verso Caldaro/Kaltern con l’omonimo lago. La Val d’Adige e le Dolomiti occidentali ci offrono un paesaggio stupendo e dopo alcuni tornanti arriviamo al Passo della Mendola/Mendelpass che ci porta nell’Alta Val di Non.

Arriviamo al Passo Palade/Gampenjoch che domina la Val di Non e dopo la galleria si ha una vista spettacolare su tutta la val d’Adige, da Merano fin verso Bolzano e sulle Dolomiti. Si alternano prati e boschi fino a Lana, chiamata “il frutteto del Tirolo”, per poi arrivare a Merano/Meran. Qui possiamo decidere di fare una breve sosta o di alloggiare per godere al meglio tutta la bellezza del luogo. Si possono visitare alcuni castelli tra cui quello famoso di Tirolo/Dorf Tirol che domina tutta la conca e Scena/Schenna.

Da Merano raggiungiamo San Martino/St. Martin ai piedi delle Alpi Passirie. Poi continuiamo il nostro percorso superando San Leonardo/St. Leonard.  Alla diramazione, girando a sinistra si giunge al Passo del Rombo/Timmelsjoch, valico stradale fra Italia ed Austria che scende nell’austriaca Ötztal ma noi ci dirigiamo verso la strada del Giovo affrontando i ripidi tornanti fino al Passo. Dopo un’ultima serie di tornanti sugli alti pascoli, arriviamo al Passo del Giovo/Jaufenpass.

Scendiamo dal versante opposto finendo il nostro itinerario a Vipiteno/Sterzing.

SEI GIÀ ISCRITTA ALLA NOSTRA MISSBIKER OFFICIAL COMMUNITY SU FACEBOOK? SIAMO PIÙ DI 13.000 MOTOCICLISTE! CHE ASPETTI? CLICCA QUI

Complimenti! Il tuo articolo è stato aggiunto al carrello!