fbpx

2020 TrialGP: Emma Bristow campionessa per la settima volta

28/10/2020
Lisa Cavalli
Pubblicato in: ,

Emma Bristow conferma ancora una volta la sua supremazia nella categoria femminile con una stagione impeccabile durante la quale ha dominato ogni gara. Siamo a quota 7 titoli in 7 stagioni, 31 vittorie individuali e il desiderio di incrementare ulteriormente il suo record.

La campionessa britannica classe ’90 non smette di stupire per determinazione e voglia di superare i propri limiti.

In questo 2020 Emma ha vinto tutti i sei round che sono stati suddivisi in tre eventi svoltisi in tre weekend consecutivi. In Trial2 la campionessa è stata la francese Naomi Monnier con Beta.

Banner Shop MissBiker

La stagione è iniziata a Isola 2000, in Francia, nel fine settimana del 4-6 settembre. Lì Bristow ha conquistato con facilità la vittoria al primo turno, con una penalizzazione di soli 3 punti (10 per la spagnola Berta Abellán e 19 dell’altra spagnola Sandra Gómez). Nel secondo turno è arrivato il bis del podio con 25 punti per Bristow (47 di Abellán e  55 di Gómez).

Una settimana dopo l’evento si è svolto in Spagna, a Pobladura de las Regueras, dove Emma ha vinto la prima giornata con 37 punti, Gómez seconda con 62 e Abellán terza con 64 e, con più difficoltà, si è aggiudicata la seconda gara con 27 punti staccando Gómez (31) di soli 4 e Abellán più distante con 49.

Il terzo e ultimo appuntamento è stato a St Julia, in Andorra. Lì Emma ha vinto la prima giornata in modo schiacciante con soli 12 punti superando la Gómez (57 punti) e la Abellán (59). Mancava solo un punto per la conquistare matematicamente il settimo titolo mondiale per la campionessa britannica e lo ha ottenuto con stile nell’ultima giornata con 29 punti (41 di Abellán e 49 di Gómez).

Emma Bristow è nell’élite del Trial ormai da dieci anni: nel 2011 si è classificata seconda al mondo dopo Laia Sanz, risultato che ha ripetuto nei due anni successivi. Quando Sanz è passata all’enduro, Bristow è diventata campionessa battendo la sua connazionale Rebekah Cook, arrivata seconda nel 2014 e 2015.

Dopo sette titoli conquistati vedremo Emma tentare di superare l’incredibile record di tredici vittorie mondiali di Laia Sanz?

“Il fatto è che devi divertirti perché se non lo fai stai combattendo una battaglia persa. Il Trial è molto faticoso dal punto di vista mentale oltre che fisico quindi devi essere concentrato sul presente. Mi sto ancora divertendo a migliorare me stessa e sento che posso farlo ulteriormente. Non ci si può semplicemente sedere e aspettare che accada: nel corso degli anni ho sempre lavorato duramente.

“Non so per quanto tempo andrò avanti ma, come ho detto, finché mi sto ancora divertendo e continuo a gareggiare non riesco a pensare di arrendermi. Molti dei migliori ragazzi di TrialGP sono ancora atletici e forti pur essendo più grandi di me, quindi è quello che sto guardando. Va bene, non ho più 18 anni, ma finché rimango senza infortuni ho ancora qualche anno davanti”.

 

Ph. Credits: Emma Bristow Facebook Page

Intervista tratta da TrialGP.com

articoli correlati

Complimenti! Il tuo articolo è stato aggiunto al carrello!