fbpx

MissBiker e il mostro: la lettera di Barbara

13/02/2022
team
Pubblicato in: ,

Negli ultimi anni ci sono arrivate moltissime lettere dalle ragazze della community di MissBiker. Una delle più toccanti è quella di Barbara B. e parla della sua grande battaglia che purtroppo riguarda molte altre donne, non solo motocicliste.

Quando sento che qualche MissBiker che si trova, suo malgrado, ad affrontare un cancro, il primo istinto è quello di bestemmiare. Bestemmiare contro una vita che non è giusta, perché un cancro non è giusto per nessuno, ma soprattutto non è giusto verso giovani donne che, come noi tutte MissBiker, amano la libertà, l’avventura, l’aria in faccia e le due ruote che macinano km. Nel contempo però sento crescere in me forte empatia e compassione, nel senso vero di com-patire, patire con, soffrire insieme.

Si perché anch’io sto combattendo il mostro, e lo sto facendo da ben 18 anni. Sì…18 lunghi anni.

Ho cominciato a 32 anni con un cancro al seno, risolto con chemio e chirurgia drastica, per poi scoprire subito dopo che avevo delle metastasi al fegato. Queste, grazie alle chemio, andavano e venivano, lasciandomi anche periodi medio-lunghi di pausa, finché una volta sono tornate (le meta, così per simpatia) portandosi dietro anche qualche altra meta alle ossa. E da allora le chemio non sono più state alternate, ma continuative, con solo poche settimane ogni 3/4 mesi di pausa per potermi riprendere un poche donne forze (giusto per farmi qualche giretto in moto!)

Così anche se mi vien da bestemmiare, ogni sera dedico a queste “MissBiker contro il mostro” una piccola preghiera affinché:

– la loro sia solo una breve battaglia e non una lunga guerriglia come la mia;

– che abbiano la forza di combattere a muso duro ma anche con il sorriso, riuscendo ogni sera a trovare un motivo per ringraziare la vita;

– che abbiano una spalla, una mano tesa, che sia una mamma, una sorella, un’amore o un’amica/o con cui piangere e ridere, disperarsi e ballare, struggersi e bersi una birretta alla faccia dei farmaci.

Quindi ragazzacce del mio cuore combattete a muso duro e “fuck the cancer, I will be the winner!”. Siamo delle combattenti e siamo orgogliose della nostra forza, delle nostre teste rasate, delle nostre discese e risalite, del nostro saper ringraziare la vita del bello che ci dà ogni giorno.  Sì, perché tutta la forza sta proprio nel riuscire a trovare ogni sera qualcosa di bello che abbiamo visto o sentito o fatto, per cui ringraziare la vita!

Così un giorno alla volta, un passo alla volta!

Voglio bene a tutte le MissBiker, ma amo follemente, e darei loro tutta la forza che ho, le “fighters”, le combattenti, le “MissBiker contro il mostro”.

Barbara  

Complimenti! Il tuo articolo è stato aggiunto al carrello!